“Anche quest’oggi ennesima odissea per i pendolari capitolini. Stavolta, ma non è più una novità, tocca alla Metro B-B1, dove si sono registrati ritardi e disservizi a causa del numero ridotto di convogli. Siamo di fronte a una situazione infrastrutturale e operativa scandalosa, aggravata dalla inefficienza dell’amministrazione Raggi e dei ballerini management Atac, incapaci di investire, programmare e indirizzare risorse per l’implementazione delle linee su ferro e gomma. Siamo la Capitale più bella del mondo con la mobilità più “insostenibile” d’Europa. Ma questo la Raggi non riesce a capirlo proprio?”

Pubblicato in Home Page

“Per Raggi e compagni sono impietose le risultanze dell'indagine annuale realizzata dal Sole 24 Ore sulla qualità della vita nelle città italiane: Roma in caduta libera perde undici posizioni in classifica, “grazie” all’inefficiente e imbarazzante operato dell’amministrazione grillina in Campidoglio. Una amministrazione assolutamente immobile di fronte ai reali problemi delle famiglie ma estremamente dinamica per lo spreco di denaro pubblico e il valzer di poltrone assessorili”. Così, in una nota, il consigliere regionale del Lazio e coordinatore FI Provincia di Roma, Adriano Palozzi.  

Pubblicato in Home Page

“Un’altra giornata di passione per i già bistrattati pendolari romani. Oggi i disagi hanno fatto bingo con ritardi segnalati sulle linee Metro A, B e B1. Questa è l’ennesima dimostrazione della incompetenza grillina al governo di Roma, il fallimento complessivo delle politiche di Campidoglio e Atac nel delicato comparto della Mobilità”. Così, in una nota, il consigliere regionale FI e vicepresidente della commissione Mobilità, Adriano Palozzi.

Pubblicato in Home Page

“Ci risiamo, nuovo valzer di poltrone nella Roma a 5 stelle. A poco più di un anno dalla sua nomina, se ne va il dg Ama Bina, che va a rimpinguare la già affollata schiera di meteore grilline, entrate dalla porta e poi uscite dalla finestra del Campidoglio. Questi continui cambi negli assessorati e nei vertici delle municipalizzate non fanno altro che testimoniare tutta l’incapacità e l’inadeguatezza pentastellata, oltre che a condurre nel baratro amministrativo la città di Roma”. Così, in una nota, il consigliere regionale del Lazio e coordinatore FI Provincia di Roma, Adriano Palozzi.

Pubblicato in Home Page

Nomadi che fuggono dal campo di via Salone, dove sono stati bruciati alcuni moduli abitativi, e occupano illegalmente uno stabile comunale in via dei Lauri, nel quartiere Centocelle. Questo episodio paradossale dimostra l’anarchia ormai dilagante nei campi della Capitale e l’imbarazzante fallimento del piano rom, tanto decantato dalla sindaca Raggi. Che, più in generale, sulle politiche abitative continua a sbagliarle tutte, mantenendo economicamente chi non ha nessuna intenzione di integrarsi e trascurando le esigenze delle numerose famiglie romane sotto la soglia di povertà. Che fine ha fatto la presenza dell’esercito negli insediamenti nomadi? Che fine hanno fatto le promesse di sostegno alla Capitale d’Italia? Da Minniti alla Raggi, solo fumo negli occhi. E Roma continua ad essere abbandonata dalle istituzioni

Pubblicato in Home Page

“Palese incompetenza Raggi sulla vicende delle multe di via Portonaccio? Come volevasi dimostrare. Apprendiamo che il Comune di Roma rischia ora il danno erariale poiché la Corte dei Conti avrebbe aperto un fascicolo sull’intricata vicenda della preferenziale. Secondo la procura contabile se tutti gli automobilisti multati vincessero il ricorso - come accaduto in due recenti casi di fronte al giudice di pace - le spese complessive che il Campidoglio dovrebbe sostenere ammonterebbero a diverse decine di milioni di euro. Insomma, il pericolo per le casse comunali è quanto mai reale. Che farà adesso la sindaca Raggi? Dai grillini sinora abbiamo assistito a un demagogico valzer di dichiarazioni di intenti e a un immobilismo istituzionale imbarazzante. Prima che la situazioni precipiti, dunque, chiediamo alla prima cittadina della Capitale l’istituzione di un tavolo tecnico con tutte le parti interessati affinché si trovi una soluzione concreta, rapida, e quanto più indolore sul pasticciaccio di via Portonaccio”. Così, in una nota, il consigliere regionale del Lazio e coordinatore FI Provincia di Roma, Adriano Palozzi, e il presidente di Assotutela, Michel Emi Maritato.

Pubblicato in Home Page

“Liquami, perdite idriche, manutenzione zero, sporcizia, cedimenti strutturali. È questa la condizione di vita da terzo mondo alla quale sono costretti gli inquilini degli alloggi popolari di via Roma (civico 40 e 46) e via Prato, situati a Pavona di Albano Laziale ma di proprietà e competenza del Comune di Roma. Una storia di degrado e abbandono istituzionale che si trascina da anni, e che sotto il governo a Cinque Stelle – in Campidoglio come in VII Municipio – sta vivendo il suo momento peggiore. Intere famiglie, bimbi, anziani, disabili, denunciano a gran voce uno stato di vivibilità ai minimi storici: nei garage copiose perdite di acqua sporca delle fognature, pareti degli appartamenti consumate dalle infiltrazioni d’acqua, pavimentazioni esterne sprofondate fino a 5 centimetri. E ancora, topi, mosche, zanzare, insetti, rifiuti di ogni genere, che creano un ambiente insalubre e pericoloso per la salute umana: un allarme igienico sanitario, quello in atto negli immobili di via Roma, che non può e non deve essere sottovalutato degli enti preposti. A questo si aggiunge la delicata questione strutturale e funzionale delle palazzine e della precaria abitabilità di molti alloggi: una problematica per cui solleciteremo l’intervento dei vigili del fuoco. Inoltre, sarà mia cura depositare una interrogazione urgente all’attenzione della Regione Lazio e dell’AslRm6 per capire come intende affrontare e risolvere la difficile condizione igienico-sanitaria degli stabili. Infine, rivolgiamo un appello al Municipio capitolino, al Comune di Roma e a tutti gli organi competenti affinché intervengano con immediate opere di manutenzione ordinaria e straordinaria: a partire dal servizio di spurgo e di pulizia dei pozzetti, dalla messa a norma della rete fognaria e dal prosciugamento dei locali allagati per la fuoriuscita di liquami e altri liquidi. Non possiamo più permettere che lo Stato continui ad abbandonare le famiglie delle popolari di via Roma”. Così, in una nota, il consigliere regionale FI e vicepresidente della commissione Ambiente e Politiche Abitative, Adriano Palozzi, e il segretario del Comitato della Difesa della Salute dei Cittadini di Pavona di Albano Laziale, Marco Moresco.

Pubblicato in Home Page

Il Dg Ama Bina non esclude al 100% i licenziamenti nella Multiservizi, pur reputandola una ipotesi remota. Siccome con i cinque stelle al governo di Roma, anche l’impossibile diventa possibile, non possiamo non essere preoccupati di fronte alle dichiarazioni del direttore generale, che non fanno che confermare l’amaro destino che attende i lavoratori. Reputiamo dunque improcrastinabile una presa di posizione da parte di Raggi e compagni, che chiarisca definitivamente la delicata vicenda occupazionale. Sinora dal Campidoglio abbiamo assistito solo a fumosi annunci istituzionali sul futuro della Multiservizi. 

Pubblicato in Home Page

“Continuiamo ad assistere alle polemiche insensate e inutili tra Partito Democratico e Movimento Cinque Stelle sul "Tavolo per Roma". Tra i vari Raggi, Calenda e personaggi istituzionali dei due schieramenti, si sta innescando un ping pong di accuse che non serve a nessuno e che, soprattutto, fa male alla Capitale d’Italia. Sollecitiamo dunque il sindaco di Roma, il ministro e tutti i loro aficionados a maggior buonsenso e responsabilità politica considerato che l’Urbe Eterna è già sull’orlo del baratro e ha seriamente bisogno di essere governata con efficienza e condivisione di intenti”. Così, in una nota, il consigliere regionale del Lazio e coordinatore FI Provincia di Roma, Adriano Palozzi.

Pubblicato in Home Page

“Da Raggi solo annunci su alberature? Come volevasi dimostrare. A nemmeno tre giorni dalle trionfalistiche parole della sindaca che rassicurava i romani sulla manutenzione del verde, ecco la notizia di un altro alto fusto caduto in Viale delle Terme di Traiano, incrocio Viale Monte Oppio: il leccio grazie al cielo non ha causato feriti ma “solo” un paio di auto danneggiate. E' un fatto molto grave, che si ripete con pericolosa sistematicità e che conferma l’inefficienza amministrativa e la cialtroneria istituzionale della giunta grillina in Campidoglio. La tutela dei cittadini di Roma e il monitoraggio degli alberi capitolini rappresentano priorità che la Raggi sembra purtroppo sottovalutare”. Così, in una nota, il consigliere regionale FI e vicepresidente della commissione Ambiente, Adriano Palozzi.

Pubblicato in Home Page
Pagina 2 di 3