“Palese incompetenza Raggi sulla vicende delle multe di via Portonaccio? Come volevasi dimostrare. Apprendiamo che il Comune di Roma rischia ora il danno erariale poiché la Corte dei Conti avrebbe aperto un fascicolo sull’intricata vicenda della preferenziale. Secondo la procura contabile se tutti gli automobilisti multati vincessero il ricorso - come accaduto in due recenti casi di fronte al giudice di pace - le spese complessive che il Campidoglio dovrebbe sostenere ammonterebbero a diverse decine di milioni di euro. Insomma, il pericolo per le casse comunali è quanto mai reale. Che farà adesso la sindaca Raggi? Dai grillini sinora abbiamo assistito a un demagogico valzer di dichiarazioni di intenti e a un immobilismo istituzionale imbarazzante. Prima che la situazioni precipiti, dunque, chiediamo alla prima cittadina della Capitale l’istituzione di un tavolo tecnico con tutte le parti interessati affinché si trovi una soluzione concreta, rapida, e quanto più indolore sul pasticciaccio di via Portonaccio”. Così, in una nota, il consigliere regionale del Lazio e coordinatore FI Provincia di Roma, Adriano Palozzi, e il presidente di Assotutela, Michel Emi Maritato.

Pubblicato in Home Page

“Sulla già intricata vicenda della preferenziale di via Portonaccio la sindaca Raggi non sa più che pesci pigliare. Apprendiamo dalla stampa che le multe elevate ammontano a 320mila in sei mesi, con un giro d'affari che sfiora i 23 milioni di euro: soldi che la sgangherata amministrazione grillina preleverà direttamente dalle tasche degli automobilisti. Ricordiamo che parte di quelle contravvenzioni sono state comminate quando la segnaletica della preferenziale era precaria e insufficiente. Che farà adesso il Comune di Roma? Sinora abbiamo assistito a un inutile valzer di dichiarazioni di  intenti, sfociato in un impietoso silenzio istituzionale, che ha  sapore di linea dura da parte del Campidoglio. Per la Raggi dunque è giunto il momento di essere chiari e dire le cose come stanno. Una moratoria delle multe su via Portonaccio è ancora possibile? La sindaca parli ora o si dimetta per sempre”.

Pubblicato in Home Page