Venerdì, 25 Dicembre 2009 01:00

Regionali: Marco Mattei e Adriano Palozzi fra frecciatine e auguri

Castellinews, 25 Dicembre 2009

regione_lazio_0701.jpgIl Popolo delle Libertà mette in campo i suoi uomini per prendersi la Pisana 
l terzo incomodo è Francesco Lollobrigida, sublacense con un "feudo elettorale" a Velletri e Lariano. «Rimane difficile comprendere come si possa pensare ad una candidatura lontani dalla propria città prima di aver completato il mandato» ha detto il Sindaco di Albano

Una zona che è quasi una provincia, tre candidati, un solo partito. Sono questi gli ingredienti che compongono la scena elettorale dei Castelli Romani. I tre personaggi sono Marco Mattei, Adriano Palozzi e Francesco Lollobrigida, il partito è il Popolo delle Libertà. Concorrenza è la parola che viene naturale vedendo questo affollamento, parola però che sembra dare fastidio e che viene sempre mitigata dal termine "sana" quando si chiede un commento ai due sindaci candidati al Consiglio regionale, Mattei e Palozzi. Parole di stima e leggere frecciatine. «Rispetto tutte le candidature, rimane talvolta difficile comprendere come si possa pensare ad una candidatura lontani dalla propria città prima di aver completato il mandato», ha dichiarato il primo cittadino di Albano che a marzo finirà il suo decimo anno sulla poltrona più alta di palazzo Savelli. Il riferimento è ovviamente ad Adriano Palozzi che secondo le scadenze elettorali avrebbe avuto ancora un anno prima di lasciare Palazzo Colonna. Ma poi si torna alle parole di stima. «Ritengo Lollobrigida un amico» ha dichiarato Mattei, che poi ha aggiunto «immagino che i Castelli Romani sappiano dare il loro voto, e spero che vengano eletti tutti e due, perché con 500mila persone c'è l'ho spazio per avere più rappresentanti». Sulla stessa lunghezza d'onda Palozzi, «un augurio e un in bocca al lupo a tutti i candidati. Ognuno ha il suo percorso e il suo consenso che gli permetterà, speriamo, di arrivare ad essere eletto». Mattei chiude con un commento sul candidato a presidente della Regione, Renata Polverini. «È una scelta ottimale, una candidatura non solo eccellente, un cambio di passo, una donna capace e competente». 
 
Gianni Galleri 
Ultima modifica il Mercoledì, 19 Aprile 2017 15:30