Lunedì, 09 Novembre 2009 01:00

Velletri:Pdl "Piano casa" demolite le speranze

Castelli news 09 Novembre 2009
 velletri.jpg
"Piero Marrazzo e il centrosinistra hanno fallito su tutti i punti di vista e tradiscono i cittadini del Lazio. Hanno escluso dai benefici la maggior parte degli immobili esistenti inoltre è loro intenzione penalizzare gli immobili a destinazione non residenziale".
 
 


Sabato 7 novembre, per l'intera giornata, il Popolo della Libertà di Velletri ha presidiato in piazza Cairoli con un banchetto, con lo scopo di illustrare ai cittadini il "Piano Casa" e i dispositivi approvati da Piero Marrazzo e dal centrosinistra al governo della Regione Lazio. Durante la giornata gli attivisti del Pdl hanno accolto e promosso anche l'iniziativa dell'associazione Aipa, che sta raccogliendo le firme per una petizione nazionale a favore del Partoanalgesia. Presente in piazza anche il vice presidente nazionale dell'associazione, la veliterna Leonilde "Titty" Scarciafratte. «L'iniziativa del Piano Casa eloquente il titolo scelto: Marrazzo ed il suo centro-sinistra demoliscono le speranze. Costruiamo l'alternativa – si legge in una nota del Pdl –. Al banchetto si sono susseguiti il capo-gruppo in Consiglio comunale Giancarlo Righini, i Consiglieri Carlo Quaglia e Fabio D'Andrea oltre ai tanti iscritti e attivisti di Velletri del partito del Presidente Berlusconi. Il "Piano Casa" è un'iniziativa portata avanti dal Governo Berlusconi, che è poi passata alle Regioni, per le competenze specifiche. Infatti ogni singola Regione ha dovuto approvare strumenti legislativi volti a dare la possibilità di un ampliamento del 20% della cubatura a soggetti che ne facciano richiesta (comunque soltanto privati)». «Secondo gli atti prodotti dal Governo – si legge ancora nella nota – questo piano avrebbe anche incentivato interventi di demolizione e ricostruzione, riconoscendo premi di cubatura, e nel contesto andavano introdotti sistemi di snellimento delle procedure. Proprio qui il nocciolo della questione, la Regione Lazio guidata da Piero Marrazzo ha praticamente "demolito le speranze" (utilizzando proprio lo slogan scelto dal Pdl), visto che ha introdotto molteplici restrizioni che vanificano il lavoro fatto proprio dal Governo nazionale. Piero Marrazzo e il centro-sinistra hanno fallito su tutti i punti di vista – precisano dal Popolo della Libertà – e tradiscono i cittadini del Lazio anche sul Piano Casa, infatti hanno escluso dai benefici la maggior parte degli immobili esistenti inoltre è loro intenzione penalizzare gli immobili a destinazione non residenziale. Quanto ha portato avanti Marrazzo e la sua coalizione di centro-sinistra non risolve il problema del disagio abitativo esistente e vieta qualsiasi ampliamento ai proprietari di immobili ricadenti in zone agricole e soprattutto non affronta i problemi delle periferie urbane e dei grandi centri».
Ultima modifica il Mercoledì, 19 Aprile 2017 15:30