Martedì, 31 Dicembre 2013 12:10

REGIONE, PALOZZI (FI): “UN 2013 DA DIMENTICARE… GRAZIE A ZINGARETTI”

regionelaziogiunta.jpg(Le Città) - “Zingaretti ha già festeggiato la notte di San Silvestro, sparando con anticipo una serie di dichiarazioni inverosimili, al limite del paradossale. Il presidente della Regione Lazio, infatti, ha avuto il coraggio di auto incensare l’amministrazione per quanto messo in campo in questo primo anno di insediamento. Ma come si sa, chi si loda si sbroda. L’anno che se ne va piuttosto, verrà ricordato dai cittadini del Lazio per la totale inefficienza zingarettiana in quasi tutti i settori della vita regionale. Il 2013 è stato, ad esempio, l’anno delle consulenze d’oro con la marea di incarichi esterni elargiti in neanche nove mesi di governo. Scelte che costeranno milioni di euro ai nostri contribuenti e che hanno già messo sul piede di guerra i sindacati e il sottoscritto con una serie di interrogazioni per la mancata valorizzazione del personale interno della Regione. Il 2013 è stato anche l’anno dell’emergenza rifiuti di Roma, che ha segnato il fallimento e i silenzi istituzionali del duo Zingaretti-Marino: guardare il penoso scaricabarile su Falcognana per credere. Annus horribilis pure sul fronte sanità, dove Zingaretti non ha minimamente risolto i problemi più urgenti, come le liste d’attesa infinite e il collasso dei pronto soccorso. Anzi, il presidente ha dimostrato totale mancanza di strategia, prendendo decisioni dubbie e snobbando i due sub commissari nominati dal governo. Atteggiamenti ingiustificabili per chi, come Zingaretti, in campagna elettorale aveva fatto della trasparenza e del buon governo dei cavalli di battaglia. Principi, quelli decantati dal centrosinistra, rimasti puntualmente carta straccia. L’ultimo tassello, poi, il presidente lo ha aggiunto pochi giorni fa in occasione del bilancio, “regalando” alle famiglie del nostro territorio un Irpef da capogiro e consacrando il Lazio tra le regioni ad elevatissima pressione fiscale. Vedremo cosa sarà capace di fare nel 2014. Per il momento i botti di capodanno di Zingaretti bastano e avanzano”. Così in una nota il consigliere regionale di Forza Italia, Adriano Palozzi.

Ultima modifica il Mercoledì, 19 Aprile 2017 15:30