Mercoledì, 20 Febbraio 2013 23:47

Adriano Palozzi verso la Pisana: "Viva Storace il decisionista"

MARINO - Il sindaco di Marino è considerato praticamente eletto. "Sanità e trasporti, servono scelte forti per ripartire e riorganizzare i due settori vitali"

Ieri pomeriggio l'appuntamento al palazzetto di Cava dei Selci, proprio da dove il 10 dicembre 2010 partì la rincorsa del primo cittadino verso la conferma a sindaco. Adriano Palozzi viene considerato praticamente certo alla Pisana, un prossimo consigliere regionale del Pdl: una candidatura che il sindaco di Marino vuole caratterizzare come espressione del territorio.

"I temi - dice - sono quelli di cui parlano tutti: la vera differenza però, sapranno farla le persone. Nicola Zingaretti già da presidente della Provincia di Roma si è dimostrato incapace di prendere decisioni. Di Francesco Storace, invece, ad essere trascinanti e vincenti sono le idee ed il modo di agire. Alla guida di un'istituzione complessa come la Regione serve una persona in grado di fare scelte". Quindi Palozzi entra nel concreto. "Prendiamo ad esempio la sanità: Zingaretti ha chiaramente detto che si tratta di una competenza della quale è giusto che si occupi il commissario. Storace ha detto che la prima cosa dopo il suo insediamento sarà chiedere la fine del commissariamento ed occuparsi quindi direttamente della spinosa questione. Questa indecisione di Zingaretti mi spaventa e deve spaventare gli elettori".

Già, la sanità. Nei giorni scorsi all'ospedale di Marino è stato inaugurato l'ampliamento del reparto di Maternità. "Abbiamo mantenuto le promesse, difendendo il San Giuseppe: sulla questione del Pronto soccorso la faccenda non è ancora chiusa". Proprio la sanità resta uno dei temi cardine della Regione Lazio. "E' urgente la riorganizzazione della rete ospedaliera regionale: quello che non si è capito in questi anni è che non possiamo farci una guerra tra poveri. Gli ospedali devono specializzarsi, in modo da offrire un quadro completo sul territorio". Il Piano di rientro sanitario della Polverini, insomma, è ancora attuale? "Bisogna superare i contrasti sul locale e ragionare in termini di comprensorio".

Sanità ma non solo: da presidente dimissionario del Cotral, Adriano Palozzi conosce bene la questione trasporti. "Questa - dice - è un'altra situazione molto complessa. L'azienda unica? No, decisamente no. Non si può credere di creare un'azienda sana unendone due che sono in enormi difficoltà economiche. Piuttosto - dice - occorre un'agenzia regionale che faccia da coordinamento per l'intermodalità del trasporto. Occorrono sinergie e tattiche di trasporto intermodale, non servono nuove società o immensi carrozzoni".

Ultima modifica il Mercoledì, 19 Aprile 2017 15:30