Giovedì, 21 Aprile 2011 23:06

Marino/comunali: faccia a faccia, così Adriano Palozzi

Castellinws.it, 21 aprile 2011
adri_san_barnaba.jpgDura critica al centrosinistra «Onorati ha paura e fugge il confronto perché senza argomenti»

(Marino - Politica) - «Onorati ha paura. Non ha argomenti su nulla e fugge il confronto». Con queste parole il sindaco di Marino, Adriano Palozzi, candidato alla rielezione per la Coalizione dei Moderati, commenta la notizia del rifiuto alla richiesta di faccia a faccia tra i due principali candidati avanzata dal direttore del quotidiano on line Castellinews.it. «Onorati non smette di stupire – ha continuato Palozzi. «Di solito, infatti, sono proprio gli sfidanti a cercare il confronto che non viene concesso da chi gode della posizione dominante. Onorati no. Mostra i muscoli augurandosi un ballottaggio che non ci sarà – ha detto ancora il sindaco Palozzi – per il semplice fatto che dopo essere stato un sindaco fantoccio, fattosi eleggere come uomo nuovo per essere poi defenestrato dai suoi stessi alleati, ora si è riciclato nel ruolo di candidato ulteriormente non credibile, sostenuto dagli stessi alleati di allora! Un candidato senza carisma e senza parole, insomma.
D'altra parte – si chiede Palozzi – come potrebbe giustificare la colata di cemento che, ora lo sanno tutti, è una responsabilità solo e soltanto sua? Come potrebbe giustificare di fronte ai cittadini di non essersi minimamente preoccupato delle scuole, lasciando nella sua stagione fortunatamente breve al governo della città che i nostri figli rimanessero a rischio, costretti ogni giorno a studiare in edifici fatiscenti? Come potrebbe spiegare ai cittadini che non hanno certo dimenticato, l'averci lasciato una città ridotta a una discarica, praticamente senza il servizio di nettezza urbana dopo che la sua amministrazione l'aveva affidato a una ditta fantasma fuggita senza aver pagato stipendi e liquidazioni agli operai? E non da ultimo: come potrebbe giustificare la chiusura del Pronto Soccorso negli ultimi due anni, avvenuta ad opera della giunta regionale di Marrazzo e Montino, suoi alleati? E ancora cosa potrebbe dire a sua discolpa per tutte le sterili quanto volgari polemiche da lui stesso animate contro la presidente della Regione, Renata Polverini che, al contrario dei suoi predecessori, si è impegnata di persona ed è venuta a inaugurare i cantieri che porteranno alla riapertura di un nuovo pronto soccorso? Sinceramente di fronte a certi macigni altro che faccia a faccia, credo che Ugo Onorati abbia davvero solo una grande faccia tosta nel presentare il suo nome sulla scheda. Del resto se lui stesso dice di volere il rinnovamento e una Marino migliore, è davvero legittimo chiedersi perché si sia ricandidato».
Ultima modifica il Mercoledì, 19 Aprile 2017 15:30