Martedì, 05 Aprile 2011 13:18

Marino: Gasparri inaugura il Comitato elettorale di Palozzi

Paconline, 4 aprile 2011
foto_palozzi_gasparri.jpgFesta di popolo all’inaugurazione del comitato elettorale di corso Trieste MARINO, COSI’ PALOZZI E I SUOI MODERATI VANNO OLTRE IL CENTRODESTRA

Gasparri: “Adriano è capace di fare miracoli. Un centrodestra così unito è strutturalmente maggioritario”. Presenti l’assessore regionale alle Infrastrutture Malcotti e il consigliere della Lista Polverini, Pino Palmieri Il sindaco ricandidato: “Fatti concreti e continuità dalla parte di tutti i cittadini. In questi quaranta giorni parlerò anche a chi non la pensa come noi. Per non riconsegnare la città all’instabilità del passato” “A Marino succedono miracoli!” E’ stato questo il primo commento di Maurizio Gasparri, presidente dei senatori del Pdl, intervenuto sabato sera nella cittadina dei Castelli per l’inaugurazione del comitato elettorale centrale della Coalizione dei Moderati a sostegno della ricandidatura a sindaco di Marino di Adriano Palozzi. Ad accogliere Gasparri, infatti, c’era una folla entusiasta e indistinta, in stile Sagra dell’Uva. Tutti tra piazza Matteotti e giù per corso Trieste, fino al civico 110 dove da qualche settimana è aperto il comitato elettorale che raggruppa il cartello di partiti e liste civiche con cui il sindaco uscente ha progettato, per i prossimi cinque anni marinesi, di andare “oltre il centrodestra”.
Il miracolo al quale faceva riferimento Gasparri, dunque, era proprio l’insieme della Coalizione dei Moderati per Palozzi sindaco, composita, perché formata dal Popolo della Libertà e dal Polo della Nazione (Fli,Udc,Api) eppure unita non solo attorno alla persona del sindaco ricandidato ma soprattutto attorno ai tanti progetti realizzati. “Se gli altri possono mettere solo il volto – ha detto Gasparri rivolgendosi ancora a Palozzi – tu puoi mettere i fatti concreti. Una possibilità in più oltre alla coalizione così unita che, senza sottovalutare gli avversari, ci mette comunque nelle condizioni di vincere di nuovo a Marino. Anche perché, nonostante neppure i commentatori se ne accorgano, laddove è unito il centrodestra è strutturalmente maggioritario in Italia”. Quindi un altro bel pensiero rivolto al sindaco Palozzi: “Nessuno ha dimenticato – ha detto Gasparri – l’impegno che Adriano ha dedicato a vincere le scorse elezioni regionali, anche dopo il consumarsi del caos attorno alle liste che lasciò tutti sgomenti e vide il centrodestra nella provincia di Roma correre senza la lista principale”. “Con lo stesso spirito – ha concluso Gasparri – nonostante la sinistra si sia ringalluzzita e continui a tentare anche per via giudiziaria di riprendere il potere, a partire dalle Amministrative dovremo dimostrare ancora di essere maggioranza nel Paese. Palozzi ha lavorato per il bene della città e per questo Marino merita altri cinque anni di stabilità e concretezza”. A sostenere Adriano Palozzi c’erano anche il consigliere regionale ciampinese della Lista Polverini, Pino Palmieri e l’assessore alle Infrastrutture della Regione Lazio, il marinese d’adozione Luca Malcotti. Palozzi da parte sua ha subito ringraziato gli ospiti: “Maurizio Gasparri, amico e mio sostenitore di sempre ma anche punto di riferimento”, così come il consigliere regionale Palmieri. Per quel che riguarda “il concittadino Malcotti” ha scherzato Palozzi: “E’ una grande fortuna che abiti a Marino. Almeno posso andare a chiamare direttamente a casa l’assessore regionale alle Infrastruture!”. A proposito di progetti ulteriori rispetto ai tanti testimoniati dai manifesti e dal dvd che scorreva sugli schermi in sala, il sindaco ha voluto ringraziare proprio Malcotti per il finanziamento e l’avvio dei lavori “per la realizzazione dell’importante arteria che collegherà piazza Europa con via S.Anna”. Palozzi ha quindi ricordato pure un altro atteso lavoro “andato a gara e appaltato” quello per la riqualificazione di piazzale degli Eroi che riconsegnerà a Marino 255 posti auto sotterranei e in superficie il belvedere e la passeggiata, come era prima del 1990. Non da ultimo il Pronto Soccorso dove, nei giorni scorsi, è intervenuta anche la presidente della Regione Lazio, Renata Polverini: “Riaprirà entro pochi mesi, alla faccia di chi continua a dire solo a parole di avere a cuore Marino ma poi continua a sperare che il nostro ospedale continui ad essere ridotto come lo ha ridotto la Regione guidata da Marrazzo e Montino”. Il primo cittadino ricandidato si è quindi soffermato sui gravi problemi di bilancio risolti: “Il Bilancio non è visibile come un giardino ma noi abbiamo trovato una città con un bilancio dal quale emergevano venti milioni di euro di debiti con minacce di pignoramento. Siamo riusciti a fare una transazione che con meno di sei milioni ci ha permesso di rimettere a posto i conti. Poi abbiamo puntato sui problemi della famiglia intervenendo con decisione su scuole,parchi pubblici e sport. Abbiamo portato coerenza, concretezza e continuità attraverso quella stabilità amministrativa che fino ad oggi per Marino era stata un miraggio per tutti”. “Dall’altra parte, invece – ha proseguito Palozzi – c’è tutto quello che rappresenta la discontinuità”. “Per questo – ha spiegato il sindaco dimostrando una significativa dose di senso civico – non ho paura di non rivincere le elezioni, tutti nella vita facciamo altro. Ma ho paura di riconsegnare Marino nelle mani sbagliate. Di persone capaci solo di parlare male e in maniera becera contro di me e contro la mia Amministrazione ma poi, di fronte ai problemi, continuano ad essere incoerenti, disuniti e litigiosi. Perciò– ha concluso il sindaco Palozzi esortando i suoi numerosi sostenitori presenti – sarà fondamentale per il bene della città, nei quaranta giorni che ci separano dal voto, andare ad incontrare anche quei cittadini che non la pensano come noi ma che, come noi, hanno davvero a cuore le sorti della nostra città”.
Ultima modifica il Mercoledì, 19 Aprile 2017 15:30