Mercoledì, 10 Novembre 2010 18:28

Marino, Palozzi risponde agli attacchi di Coriolano Giorgi: beceri e frutto del cambio di casacca!

10 Novembre 2010 Paconline

fotoadriano_30_11_b.jpgPalozzi risponde ai beceri attacchi di Coriolano Giorgi. Prima di tutto, il sig. Giorgi, dovrebbe spiegare il perché dei suoi repentini cambi di casacca. Anche se in questo periodo preelettorale va di moda: ma c’è pur sempre un limite alla “indecenza politica” Non vorrei soffermarmi molto sull’intervista di Giorgi rilasciata a Pacoline.it, tralasciando tutti gli attacchi personali e gratuiti che l’ex esponente di Forza Italia mi attribuisce, definendomi: “antipatico (stranamente è un aggettivo che si usa quando uno ha del carattere), aggressivo e violento”. Complimenti per i toni pacati ed eleganti sbandierati da tutta la sinistra, compresi i transfughi di professione. Per fortuna, il ruolo di primo cittadino di un grande paese com’è Marino , non mi consente di scendere ad una dialettica così becera, fatta di attacchi strumentali e personali; svilendo e calpestando il confronto politico, riducendo il tutto, a false dichiarazioni rese a mezzo stampa. Ho letto su alcuni giornali le dichiarazioni dei candidati a sindaco del Comune di Marino. Ai vari esponenti che si contenderanno la fascia di Sindaco nelle prossime elezioni comunali, vorrei evidenziare qualche pensiero. il difficile non è vincere, il difficile è governare; specialmente, se la coalizione è così eterogenea come quella del centrosinistra.
Le forze politiche, liste civiche e le associazioni presenti sul territorio, sono tutte legittimate a governare un Paese. Non si possono però unire culture differenti, frutto di esperienze diverse con un unico scopo: battere Adriano Palozzi. I cittadini di Marino non si meritano una campagna elettorale basata sulla delegittimazione personale. Entrando nel merito: alle “nuove figure politiche” che si affacciano sul panorama marinese, rispondo che i programmi elettorali e i proclami politici, andrebbero costruiti intorno ad un progetto concreto che dia consigli utili su come risolvere i problemi di Marino e, non sugli attacchi personali. Esponete le vostre bozze elettorali innovative, discutiamone, vediamo se possiamo trovare un comune senso civico che possa aiutarci a governare meglio. Ai vecchi volponi della politica, vorrei dire: è inutile attaccare lo sviluppo urbanistico di Marino. Siete voi i responsabili di quel Piano Regolatore scellerato, che avete votato insieme a tutto il centrosinistra. Sono gli stessi “compagni di viaggio” che sfiduciarono e mandarono a casa l’attuale candidato sindaco, Ugo Onorati. E che adesso lo sostengono. Mah…! Voi, vergini immacolate della politica nostrana, non guardate la “pagliuzza” urbanistica ma la “trave” che avete creato.
Ultima modifica il Mercoledì, 19 Aprile 2017 15:30