Giovedì, 14 Ottobre 2010 12:14

Marino/Ospedale: Palozzi risponde alla Asl

schermata-2010-09-13-a-11.55.411.jpg12 Ottobre 2010 Castellinews

Replica ad osservazioni della Direzione Generale della RmH «Inopportune e strumentali» secondo il primo cittadino le analisi di Borgo Garinaldi

Redazione Marino/Ospedale: Palozzi risponde alla Asl (Marino - Politica) - «Riguardo le criticità evidenziate nella suddetta nota, secondo cui l'ubicazione dell'ospedale di Marino sarebbe sfavorevole in tempi di percorrenza a Comuni come Rocca Priora e Monte Porzio, mi permetto di evidenziare come ciò non corrisponda a verità in quanto la realizzazione del cosiddetto nodo "Squarciarelli", i cui lavori sono ormai in fase di ultimazione, permette all'ospedale di Marino di assumere una posizione baricentrica dal punto di vista della viabilità, sicuramente migliore rispetto a quella di Frascati. Questo – scrive il Sindaco di Marino Adriano Palozzi rispondendo ad una nota della Asl – a differenza di quanto si è voluto evidenziare dalla Direzione Generale, offre ai Comuni dell'hinterland castellano la possibilità di raggiungere l'ospedale di Marino con maggiore facilità, anche per quei Comuni come Rocca Priora e Monte Porzio per i quali non è assolutamente vero che i tempi di percorrenza non sono inferiori ai 45 minuti, considerando anche il fatto che quello di Marino è l'unico ospedale dotato di ampio parcheggio, sul quale l'Amministrazione comunale di Marino si è notevolmente impegnata per garantire il raddoppio dello stesso. Va altresì fatto notare che nei pressi dell'ospedale di Marino insiste un'area adibita come zona di atterraggio per eliambulanza. Nonostante ciò l'Amministrazione comunale ha già individuato un'area, sempre nei pressi dell'ospedale, dove sorgerà un eliporto».

Per quanto riguarda le ristrutturazioni e l'adeguamento a norma dell'ospedale di Marino,
mi preme sottolineare quanto segue: finanziamento regionale articolo 20 legge 68/88 stanziamento di euro 3.900.000,00 così utilizzati: adeguamento a norma impianti tecnologici, elevatori e di climatizzazione, cabina elettrica Bt/Mt con gruppo elettrogeno; ristrutturazione Uoc Ostetricia/Ginecologia; ristrutturazione Uoc di Radiologia; ristrutturazione e messa a norma del nido (in via di realizzazione).
Il finanziamento Decreto Legge 254/2000 euro 840.785,00 così utilizzati: ambulatori di intra moenia.
Altri investimenti: ristrutturazione Uoc di Pediatria euro 200mila; ristrutturazione Uos di Endoscopia Digestiva euro 90mila; ristrutturazione Uoc Aziendale Istologia euro 200mila; ristrutturazione Direzione Sanitaria euro 500mila e istrutturazione e messa a norma delle 5 Sale Operatorie. Per un totale di circa euro 6 milioni di euro. Alla luce di quanto sopra descritto ritengo quantomeno inopportune e strumentali le considerazioni espresse da parte della Direzione Generale della RmH sull'ospedale "San Giuseppe" di Marino.
Queste ragioni – ha concluso Palozzi – mi inducono a considerare il Piano di riordino da lei approvato adeguato alle esigenze sanitarie del territorio, in particolare a quello delle realtà dei Castelli Romani, semmai qualche riflessione andrebbe fatta rispetto alle gestioni del passato ivi compresa la reale messa a norma delle strutture ospedaliere che al contrario dell'ospedale di Marino risultano quantomeno fatiscenti e per le quali chiediamo, sin da ora, una verifica accurata»
Ultima modifica il Mercoledì, 19 Aprile 2017 15:30