Giovedì, 01 Luglio 2010 11:56

Comunali/Marino: Palozzi a Onorati: «sei un bugiardo»

Castellinews, 24 Giugno 2010
palozzi_24_06.jpg Continua il botta e risposta fra il Sindaco e il suo avversario «È veramente assurdo sentire certe cose proprio dal Consigliere provinciale, che sa di mentire e continua a farlo in maniera spudorata, spalleggiato da Ivano Ciccarelli» Redazione Comunali/Marino: Palozzi a Onorati: «sei un bugiardo»

(Marino - Politica) - Non si placa la polemica sul Prg di Marino. Il sindaco, Adriano Palozzi, in merito alle ultime affermazioni del Consigliere comunale Ugo Onorati e di Ivano Ciccarelli di Marino Città Aperta, prende posizione e passa nuovamente al contrattacco: «È veramente assurdo – ha dichiarato il primo cittadino – sentire certe cose proprio dall'onorevole Ugo Onorati, che sa di mentire e continua a farlo in maniera spudorata, spalleggiato da Ivano Ciccarelli. La verità che i cittadini di Marino devono sapere, una volta per tutte, è un'altra e non quella sbandierata ai quattro venti in maniera ridicola da un ex sindaco che viene ricordato soltanto per i danni causati nei suoi pochi e disgraziati mesi alla guida della città». «Al contrario di quello che afferma Onorati, non è vero – ha proseguito Palozzi – che ho votato a favore della prima stesura della variante generale al Prg, approvata con delibera di Consiglio comunale 62 del 24 novembre 2000.
Torno a ricordare che le controdeduzioni alla variante del Piano Regolatore Generale non sono mai state prodotte e inviate alla Regione Lazio come ha anche giustamente ricordato l'onorevole Luciano Ciocchetti, il quale non si è lasciato trascinare da nessun momento di euforia, ma ha semplicemente detto la verità, parola che non è entrata e non entrerà mai nel vocabolario di Onorati. La delibera 25 approvata dal Consiglio comunale il 31 maggio 2004 di cui parlano Onorati e Ciccarelli non è altro che una semplice relazione tecnica prodotta dall'Ufficio comunale che non teneva affatto conto delle osservazioni alla variante di Piano Regolatore Generale della Regione Lazio». «Quelle osservazioni, che prevedevano anche un aumento di cubatura in più su Santa Maria delle Mole, non furono affatto controdedotte dalla maggioranza allora guidata da Onorati, che non si pronunciò nemmeno sulla variante speciale per le aree comprese nella perimetrazione dei nuclei abusivi, contenuta in esse, né tanto meno sugli standards urbanistici che la Regione aveva indicato prima dell'approvazione. Piuttosto – ha concluso Palozzi – Onorati, che oggi critica molto il suo Piano Regolatore, dovrebbe chiarire per quale motivo respinse, insieme ai suoi consiglieri, la mozione presentata da An e Fi nella quale veniva chiesto l'annullamento della variante al Prg. Gettare la responsabilità della sua gestione fallimentare e dei suoi insuccessi a Marino addosso a questa Amministrazione, che da quattro anni si è sempre distinta per la politica del fare, testimonia come Onorati non abbia nulla di meglio da fare e di come si stia, ogni giorno che passa, rendendo ridicolo e patetico agli occhi della gente».
Ultima modifica il Mercoledì, 19 Aprile 2017 15:30