Mercoledì, 15 Novembre 2017 16:21

Zingaretti fa bingo con le consulenze esterne: altri sprechi per 1.5 milioni

“Dobbiamo dire la verità: su sprechi e impiego di risorse pubbliche, il presidente Zingaretti è il più forte di tutti. Nonostante l’intenso periodo elettorale, infatti, il “multitasking” governatore del Lazio non si distrae e in meno di una settimana piazza tre nuove consulenze esterne, alla faccia di risparmio e spending review. Con doppio atto di organizzazione del 13 novembre, la giunta regionale di centrosinistra ricerca due professionalità esterne: una per l’affidamento dell’incarico di dirigente dell’Area Trasporto marittimo, infrastrutture portuali e logistiche della Direzione regionale Territorio, Urbanistica e Mobilità; l’altra per l’affidamento dell’incarico di dirigente dell’Area Risorse Umane della Direzione regionale Salute e Politiche Sociali. Per entrambe le figure è previsto un contratto triennale da quasi 100mila euro l’anno. Evidentemente non soddisfatto, l’esecutivo Zingaretti, nemmeno una settimana prima, era l’8 novembre, si era lanciato nell’ennesima consulenza esterna della consiliatura: quella per l'affidamento dell'incarico di Direttore della Direzione regionale “Soccorso Pubblico e 112 N.U.E.”. Il trattamento economico omnicomprensivo annuo lordo è fissato in euro 155.294,23, oltre la retribuzione di risultato. Che in cinque anni di contratto, fanno quasi 800mila euro complessivi. Insomma, anche stavolta Zingaretti ha fatto bingo: tanto a pagare, purtroppo, sono sempre e solo i cittadini del nostro territorio regionale”. Così, in una nota, il consigliere regionale FI, Adriano Palozzi.