Venerdì, 19 Febbraio 2010 00:00

Elezioni, Elezioni: Polvere- Polverini

16 Febbraio 2010 Club della Libertà
polverini.jpgA Ciampino è iniziata la campagna elettorale Abbiamo visto la città già tappezzata di manifesti di candidati alle elezioni regionali. La Polverini, candidata alla presidenza della regione, col suo sorriso enigmatico e sornione, campeggia sui manifesti del Centro-Destra. Altri candidati alle varie competenze regionali sono apparsi nei vari luoghi più visibili di Ciampino.
La lotta per la campagna regionale, quest’anno, è molto complessa e difficile, sia perché il Centro-Sinistra si è trincerato per l’ennesima volta dietro un candidato che non proviene dalle file marxiste-leniniste, e che ha una lunga esperienza soprattutto nel lanciare messaggi di natura laicista tendenti a scardinare i valori tradizionali, ed è quindi orecchiabile.

Al contrario la Polverini, proveniente da una lunga militanza sindacale e da una famiglia che ha sempre partecipato in maniera attiva alla lotta per i diritti dei lavoratori, dei nuclei familiari, del diritto-dovere allo studio e dall’armonia sociale, sia in campo macro che micro economico, sta portando avanti una campagna fatta non di slogan ma di concrete proposte per realizzare progetti come, ad esempio: il ritorno alla sanità del Lazio nelle mani dei competenti e non di persone legate ai partiti; ristabilire nel Lazio la riapertura di quegli ospedali che l’amministrazione del Centro-Sinistra ha chiuso in maniera discriminante promettendo progetti faraonici, utopistici per un futuro indefinito. Basta pensare all’ospedale di Marino, ridotto nelle sue funzioni sanitarie minime; la diminuzione dei posti letto in tutta la regione creando gravi problemi alle famiglie e agli ammalati; le lunghe file di attesa per le varie visite specialistiche, a volte in termine di anni; il degrado avvenuto in tutta la regione sia in campo stradale che forestale: basti pensare a quanto accaduto ai vari laghi, sia dei Castelli che altri, divenuti ricettacoli di campi abusivi. La situazione delle varie promozioni fatte con concorsi in cui addirittura una laurea vale 0,50 punti contro i venti per un colloquio orale. Non ci vuole certo un mago per capire che questi concorsi, tra l’altro programmati nell’ultimo scorcio di legislatura, sono previsti a misura di amico degli amici. Tutto ciò viene denunciato dall’opposizione di Centro-Destra, ed è divenuto uno dei punti del programma della Polverini, che dichiara necessaria serietà, trasparenza, meritocrazia e concorsi fatti secondo le leggi vigenti e per titoli ed esami, dando libero accesso alla meritocrazia e alla capacità individuale. Non è possibile da una parte urlare al diritto allo studio e dall’altra valutare i titoli di studio presi con serietà e fatica a livelli addirittura marginali. I risultati di questa politica gridata sono quelli che si vedono oggi a livello di regione e di comuni in mano alla sinistra, dove l’incompetenza e l’improvvisazione la fanno da padroni, provocando danni enormi. Il Club della Libertà di Ciampino, che caldeggia e sostiene la candidatura della Polverini, unita a quella di uomini di esperienza e di indiscussa capacità professionale, come l’On. Robilotta e l’On. Armeni, che formano insieme agli altri candidati un notevole gruppo di competenze concrete che non sono competenze a parole ma a fatti vissuti in un’esperienza politica concreta. Pertanto annunciamo che l’On. Robilotta e l’On. Armeni verranno a Ciampino invitati dal CDL e la Polverini invitata da tutto il PDL sarà nella nostra città quanto prima per esporci il programma e per farsi conoscere personalmente dai ciampinesi. Nel frattempo invitiamo i cittadini a contattarci presso la nostra sede per chiedere tutte le informazioni che ritengono utili per ulteriori chiarimenti in merito. Ricordiamo che dobbiamo rimettere in sesto la nostra regione e, fra un paio di anni, anche il nostro comune.

Ufficio Stampa Il Club della Libertà
Ultima modifica il Mercoledì, 19 Aprile 2017 15:30