“Reputo assolutamente scorretta e demagogica la mossa di Zingaretti e company di diffondere lo pseudo appello, firmato da 203 sindaci dei Comuni del Lazio, a favore del candidatura bis del Presidente della Regione. Una mossa mistificatoria, dal chiaro sapore elettorale, che descrive una realtà inesistente e trasmette una idea errata e non oggettiva delle reali intenzioni di voto dei cittadini e dei loro eletti: i sindaci pro Zingaretti, ad esempio, non rappresentano nemmeno un quinto dell’elettorato complessivo della nostra regione. Cosa ancora più grave, poi, è che risultano firmatari anche alcuni primi cittadini “civici” che dell’appello non ne sapevano nulla, tanto che sui media già cominciano a volare le prime smentite. Invito, dunque, tutti quei primi cittadini dei Comuni della Provincia di Roma, il cui nome risulta tra i firmatari e che sono sostenuti a livello locale da Forza Italia, a smentire con forza il loro supporto a Zingaretti: in caso contrario, ritireremo il nostro sostegno. Forza Italia non è e non sarà mai dalla parte di coloro che stanno distruggendo la sanità regionale, di coloro che hanno alzato l’Irpef a livelli esorbitanti e di coloro che stanno prendendo in giro ormai da cinque anni la collettività con vacue promesse, scrivendo una delle pagine più nere della storia politica della Regione Lazio. Forza Italia e il centrodestra rappresentano l’unica alternativa credibile al malgoverno di Pd e Zingaretti”. Così, in una nota, il coordinatore FI Provincia di Roma, Adriano Palozzi

“Un’altra giornata di passione per i già bistrattati pendolari romani. Oggi i disagi hanno fatto bingo con ritardi segnalati sulle linee Metro A, B e B1. Questa è l’ennesima dimostrazione della incompetenza grillina al governo di Roma, il fallimento complessivo delle politiche di Campidoglio e Atac nel delicato comparto della Mobilità”. Così, in una nota, il consigliere regionale FI e vicepresidente della commissione Mobilità, Adriano Palozzi.

“Ci risiamo, nuovo valzer di poltrone nella Roma a 5 stelle. A poco più di un anno dalla sua nomina, se ne va il dg Ama Bina, che va a rimpinguare la già affollata schiera di meteore grilline, entrate dalla porta e poi uscite dalla finestra del Campidoglio. Questi continui cambi negli assessorati e nei vertici delle municipalizzate non fanno altro che testimoniare tutta l’incapacità e l’inadeguatezza pentastellata, oltre che a condurre nel baratro amministrativo la città di Roma”. Così, in una nota, il consigliere regionale del Lazio e coordinatore FI Provincia di Roma, Adriano Palozzi.

“Oggi è la Giornata mondiale dei Diritti dell'Infanzia e della Adolescenza. Un momento di riflessione importante al fine di sollecitare le pubbliche istituzioni e lavorare insieme per l’effettiva tutela e la piena realizzazione dei diritti dei più piccoli e dei minori che vivono e crescono in condizione di dolore e sofferenza. E’ necessario maggior impegno e sinergia istituzionali: tutelare le giovani generazioni vuol dire difendere il futuro della nostra società”. Così, in una nota, il consigliere regionale del Lazio e coordinatore FI Provincia di Roma, Adriano Palozzi

“Dobbiamo dire la verità: su sprechi e impiego di risorse pubbliche, il presidente Zingaretti è il più forte di tutti. Nonostante l’intenso periodo elettorale, infatti, il “multitasking” governatore del Lazio non si distrae e in meno di una settimana piazza tre nuove consulenze esterne, alla faccia di risparmio e spending review. Con doppio atto di organizzazione del 13 novembre, la giunta regionale di centrosinistra ricerca due professionalità esterne: una per l’affidamento dell’incarico di dirigente dell’Area Trasporto marittimo, infrastrutture portuali e logistiche della Direzione regionale Territorio, Urbanistica e Mobilità; l’altra per l’affidamento dell’incarico di dirigente dell’Area Risorse Umane della Direzione regionale Salute e Politiche Sociali. Per entrambe le figure è previsto un contratto triennale da quasi 100mila euro l’anno. Evidentemente non soddisfatto, l’esecutivo Zingaretti, nemmeno una settimana prima, era l’8 novembre, si era lanciato nell’ennesima consulenza esterna della consiliatura: quella per l'affidamento dell'incarico di Direttore della Direzione regionale “Soccorso Pubblico e 112 N.U.E.”. Il trattamento economico omnicomprensivo annuo lordo è fissato in euro 155.294,23, oltre la retribuzione di risultato. Che in cinque anni di contratto, fanno quasi 800mila euro complessivi. Insomma, anche stavolta Zingaretti ha fatto bingo: tanto a pagare, purtroppo, sono sempre e solo i cittadini del nostro territorio regionale”. Così, in una nota, il consigliere regionale FI, Adriano Palozzi.

Nel territorio di Marino, Forza Italia riparte di slancio. E’ realtà, infatti, il nuovo coordinamento comunale, guidato dal neo portabandiera Roberto Grossi (che prende il testimone di Remo Pisani). Una squadra forte e coesa, pronta a lavorare per il radicamento del Movimento e a tutela delle famiglie marinesi. Una squadra composta da giovani capaci, volti apprezzati della società civile, ed esponenti con esperienza istituzionale di alto profilo. Questi i membri del nuovo coordinamento FI Marino: Otello Bocci, Francesco Censoni, Carlo Cuzzocrea, Alessandra Pappadia, Feliciano De Simone, Carlo Giorgi, Armando Maggi, Augusto Manni, Mirko Menghini, Umberto Minotti, Tiziana Palozzi, Romina Perciballi e Sandro Lioi, nominato anche responsabile “Senior”. Questo il commento del coordinatore FI Provincia di Roma, Adriano Palozzi: “Sono molto soddisfatto di questo coordinamento veramente competitivo, basato su competenze certe e persone di comprovata professionalità, al servizio del territorio. Riparte con vigore, dunque, il percorso - in stretta collaborazione tra il coordinamento provinciale, comunale e la collettività -, che dovrà vederci locomotiva del centrodestra allo scopo di tornare presto alla guida di una città importante, come Marino, purtroppo ridotta ai minimi termini a causa dell’inefficienza e dell’inadeguatezza del governo grillino”. Sulla falsariga il neo portabandiera FI Marino, Roberto Grossi, imprenditore di 45 anni: “Sono onorato di poter ricoprire un ruolo così autorevole e delicato, ringrazio tutti per la stima e la fiducia riposte in me. Siamo pronti a lavorare con spirito democratico e grande impegno per il radicamento di Forza Italia, siamo una squadra forte, un coordinamento di assoluto livello, che si fonda sul giusto mix di esperienza politica (ex consiglieri, ex presidenti del Consiglio comunali ed ex assessori) e necessario rinnovamento (giovani, donne, società civile e mondo delle professioni)”.

“Ancora alberi caduti nei quartieri di Monteverde, Parioli e Ostia Antica. Il monitoraggio e la manutenzione, tanto decantati dalla sindaca Virginia Raggi, sono insufficienti e aleatori. I cittadini romani ringraziano”. Così su Twitter, come riporta un comunicato stampa, il consigliere regionale di Forza Italia e vicepresidente della commissione Ambiente, Adriano Palozzi.

Nomadi che fuggono dal campo di via Salone, dove sono stati bruciati alcuni moduli abitativi, e occupano illegalmente uno stabile comunale in via dei Lauri, nel quartiere Centocelle. Questo episodio paradossale dimostra l’anarchia ormai dilagante nei campi della Capitale e l’imbarazzante fallimento del piano rom, tanto decantato dalla sindaca Raggi. Che, più in generale, sulle politiche abitative continua a sbagliarle tutte, mantenendo economicamente chi non ha nessuna intenzione di integrarsi e trascurando le esigenze delle numerose famiglie romane sotto la soglia di povertà. Che fine ha fatto la presenza dell’esercito negli insediamenti nomadi? Che fine hanno fatto le promesse di sostegno alla Capitale d’Italia? Da Minniti alla Raggi, solo fumo negli occhi. E Roma continua ad essere abbandonata dalle istituzioni

“Le prossime elezioni regionali del Lazio rappresentano senza dubbio una grande opportunità per il centrodestra. Abbiamo le carte in regola per conquistare la Regione ed essere alternativa seria e credibile all’incompetenza amministrativa del Pd di Zingaretti e alla demagogia spicciola del Movimento 5 Stelle. Oggi più che mai, dunque, confermiamo la necessità improcrastinabile di unificare tutto il centrodestra intorno a una figura condivisa e unitaria, con un programma di governo innovativo, ambizioso e affidabile. Ben vengano tutti coloro che vogliono mettersi a disposizione del bene del nostro territorio, ma Forza Italia reputa prioritario arrivare a queste elezioni con una coalizione coesa e forte, e, soprattutto, rivendica con forza un ruolo di primo piano nella proposta e nella scelta del candidato presidente”. Così, in una nota, il coordinatore FI Provincia di Roma, Adriano Palozzi.

Giovedì, 09 Novembre 2017 17:54

Atac in crisi e management in alto mare

“Nomine dell’era Raggi nel mirino della Procura, altre indagini della Corte dei Conti, disservizi, disagi, ritardi, un servizio su ferro e su gomma quanto mai insufficiente, personale costretto a lavorare in condizioni proibitive. Crescono giorno dopo giorno le problematiche all’interno di Atac senza che Campidoglio e management della municipalizzata – quello per intenderci voluto dai grillini – riescano a fornire soluzioni concrete e incisive per il salvataggio e il rilancio di Atac. Una Caporetto dei trasporti che deve far riflettere la sindaca Raggi”. Così, in una nota, il consigliere regionale FI e vicepresidente della commissione Mobilità, Adriano Palozzi.

Pagina 1 di 37