“Nel question time di oggi in Consiglio regionale, abbiamo discusso in merito al corso di laurea infermieristica presso lo Spallanzani e sul rinnovo della relativa convenzione con l’università La Sapienza. Una ipotesi, quella della soppressione, inaccettabile e che avrebbe ripercussioni negative sul percorso accademico, intrapreso da una settantina di studenti. Studenti, è doveroso ricordarlo, che vengono già da un anno, il corso di laurea 2016/2017, molto travagliato: in seguito alla forte scossa di terremoto di qualche mese fa, infatti, i ragazzi erano stati prima spostati nelle aule del laboratorio di virologia speciale, a causa dell’inagibilità di alcuni locali. E poi trasferiti nella sala stampa vicino al magazzino economale, dove hanno concluso le lezioni dello scorso anno accademico. Con la mia interrogazione, dunque, ho chiesto alla Regione Lazio quali azioni volesse porre in essere al fine di evitare ulteriori disagi a questi ragazzi. Le risposte, ricevute da Regione Lazio e azienda ospedaliera, si sono rivelate moderatamente soddisfacenti: i due enti, infatti, hanno annunciato la possibilità di un’adeguata ricollocazione degli studenti di infermieristica in altre strutture presenti in città, anche adiacenti, come l’azienda ospedaliera San Camillo-Forlanini. Quest’ultima, a parer nostro, sarebbe la soluzione più adeguata poiché consentirebbe agli studenti di frequentare i tirocini allo Spallanzani. Ci auguriamo adesso che Regione Lazio e vertici ospedalieri passino dalle parole ai fatti, garantendo in tempi rapidi e concreti il regolare svolgimento del corso di laurea infermieristica e tutelando, di fatto, il diritto allo studio degli studenti”. Così, in una nota, il consigliere regionale del Lazio e coordinatore FI Provincia di Roma, Adriano Palozzi

“Sulla già intricata vicenda della preferenziale di via Portonaccio la sindaca Raggi non sa più che pesci pigliare. Apprendiamo dalla stampa che le multe elevate ammontano a 320mila in sei mesi, con un giro d'affari che sfiora i 23 milioni di euro: soldi che la sgangherata amministrazione grillina preleverà direttamente dalle tasche degli automobilisti. Ricordiamo che parte di quelle contravvenzioni sono state comminate quando la segnaletica della preferenziale era precaria e insufficiente. Che farà adesso il Comune di Roma? Sinora abbiamo assistito a un inutile valzer di dichiarazioni di  intenti, sfociato in un impietoso silenzio istituzionale, che ha  sapore di linea dura da parte del Campidoglio. Per la Raggi dunque è giunto il momento di essere chiari e dire le cose come stanno. Una moratoria delle multe su via Portonaccio è ancora possibile? La sindaca parli ora o si dimetta per sempre”.

Sulla delicata questione rom la sindaca Raggi continua a prendere toppe clamorose. Oggi, ad esempio, si scopre che il primo campo nomadi che la Raggi avrebbe voluto dismettere, Camping River, ancora non ha chiuso i battenti e le famiglie ancora non hanno trovato casa, con il Comune di Roma che sarebbe pronto a trasferire i primi 50 rom all'interno di alcuni alberghi a nord della Capitale. Ovviamente a spese dei cittadini romani. Si tratta di una ipotesi inammissibile e fuori luogo, la solita genialata grillina che conferma l'inettitudine e la inadeguatezza di Raggi e compagnia. Tutto questo grida vendetta anche alla luce dei tanti romani in condizioni disagiate, che non possono permettersi un tetto sopra la testa e che sono stati totalmente abbandonati dal Campidoglio

Sabato 30 Settembre è stato inaugurato il nuovo circolo di Forza Italia a Civitella San Paolo, in piazza S. Maria 12. La sede di questo comune a nord di Roma sarà un nuovo punto di riferimento per il partito in questa area. “Con i senatori Maurizio Gasparri e Francesco Aracri per una giornata di festa insieme a tanti cittadini, giovani, quadri territoriali, amministratori, ed autorevoli esponenti del nostro movimento. Grazie al sindaco, al coordinatore locale Ercoli per l’ospitalità e l’accoglienza in questo borgo meraviglioso. Avanti con il radicamento e il rinnovamento di Forza Italia”, ha detto il coordinatore FI Provincia di Roma, Adriano Palozzi.

 

“L’organismo di revisione economico-finanziaria boccia il bilancio consolidato di Roma Capitale. Ennesima gaffe per la sindaca. Ormai per i romani la Raggi ha le “oref” contate”. Così su Twitter, come riporta una nota, il consigliere regionale del Lazio e coordinatore Forza Italia Provincia di Roma, Adriano Palozzi. 

“Nelle scorse ore ho presentato una interrogazione urgente in merito alla soppressione del corso di laurea infermieristica presso lo Spallanzani. Una scelta ingiustificata, infelice, quella dei vertici del noto ospedale romano che avrà ripercussioni negative sul percorso accademico, intrapreso da alcuni giovani studenti. Studenti, duole ribadirlo, che vengono già da un anno, il corso di laurea 2016/2017, molto travagliato. In seguito alla forte scossa di terremoto di qualche mese fa, infatti, i ragazzi erano stati spostati in blocco nelle aule del laboratorio di virologia speciale, a causa dell’inagibilità di alcuni locali. L’odissea è poi continuata a febbraio quando gli stessi sono stati costretti nuovamente a traslocare, fino a utilizzare la sala stampa vicino al magazzino economale, dove hanno concluso le lezioni dello scorso anno accademico. E’ di questi giorni, infine, la sorpresa: il mancato rinnovo da parte dello Spallanzani della convenzione con l’università La Sapienza. Che fine faranno questi studenti? Saranno costretti a frequentare il corso di Laurea infermieristica in altri ospedali capitolini e, quindi, essere oggetto di un inutile accorpamento che non farà altro che creare sovraffollamento in altri istituti? Ad oggi, purtroppo, il disagio per i circa 50 studenti di infermieristica è elevatissimo: quelli del primo e secondo anno, i laureandi del terzo anno della sessione di aprile e gli studenti fuoricorso, saranno costretti a scegliere tra le sedi di medicina e psicologia: una situazione che creerà difficoltà logistiche per i ragazzi romani e fuorisede. Non crediamo sia questa la strada giusta. Per questa regione, chiediamo alla Regione Lazio se sia a conoscenza dell’amara realtà, e quali azioni voglia porre in essere al fine di trovare soluzione congrua ed opportuna al  evitare i danni sopra esposti. Noi, ad esempio, proponiamo come prima soluzione quella di aprire le aree del dismesso Forlanini, ospedale vicino allo Spallanzani, al corso di Laurea Infermieristica al fine di garantire e tutelare il diritto allo studio di questi 50 ragazzi”. Così, in una nota, il consigliere regionale FI, Adriano Palozzi.

Mercoledì, 13 Settembre 2017 08:20

Zingaretti cerca dirigente regionale da 90mila euro

Mercoledì, 13 Settembre 2017 08:10

Vigna Clara, cade albero: donna grave

“Un altro albero caduto, stavolta in via Cassia, l’ennesimo grave episodio che testimonia il completo degrado in cui versa la Roma grillina. Vista l’inefficienza amministrativa, vorremmo che l’unica cosa a cadere, politicamente parlando, sia proprio la sindaca Raggi”. Così, il consigliere regionale del Lazio e coordinatore FI provincia di Roma, Adriano Palozzi.

“Nicola Zingaretti colpisce ancora e affossa ulteriormente i principi di spending review e lotta allo spreco, demagogicamente sbandierati in questi 4 anni di amministrazione di centrosinistra. E’ di oggi infatti la pubblicazione di una nuova consulenza, l’ennesima del governatore del Lazio. Questa volta la giunta regionale ha avviato un bando per la ricerca di professionalità per l'affidamento dell'incarico di dirigente dell'Ufficio “Rappresentante unico e ricostruzione, conferenza di servizi” della Struttura del Segretario Generale a soggetto esterno all'Amministrazione regionale. Al fortunato andrà un compenso annuale di circa 90mila euro, più la retribuzione di risultato. Le consulenze zingarettiane, dunque, continuano impietose, ledendo la dignità professionale del nostro efficiente personale interno e spolpando le già bistrattate tasche delle famiglie del territorio regionale”. Così, in una nota, il consigliere regionale FI, Adriano Palozzi.

“Se a livello comunale, è soprattutto l’inefficiente sindaca Raggi a cambiare assessori a raffica, a livello municipale sono i consiglieri stessi a scappare dal Movimento 5 Stelle: oggi è toccato a un esponente dell’XI fare le valige e darsi alla fuga. Si tratta dell’ennesima dimostrazione della fragilità grillina, un movimento tutto social network, un ologramma politico che auspichiamo sparisca presto”. Così, in una nota, il consigliere regionale del Lazio e coordinatore FI Provincia di Roma, Adriano Palozzi.

“Il coordinatore FI Provincia di Roma, Adriano Palozzi, ha nominato Gabriella Caramanica portabandiera FI Campagnano di Roma. “Dopo la recente esperienza in Noi con Salvini - afferma Caramanica -, insieme agli amici Paolo Pucciarmati, Valeria Schirò, Stefania ed Enzo Polidori, abbiamo deciso di aderire in maniera convinta ed entusiasta alla proposta politica del coordinamento Forza Italia Provincia di Roma, guidato dall’onorevole Adriano Palozzi, che ringrazio per la stima e la fiducia. Sono molto contenta di ricoprire un incarico così autorevole e sono pronta a operare quotidianamente per il bene della comunità di Campagnano di Roma”. “Sono molto soddisfatto dell’adesione a Forza Italia e al nostro progetto territoriale da parte di Paolo Pucciarmati, Valeria Schirò, Stefania ed Enzo Polidori: sono sicuro che sapranno dare un contributo prezioso e concreto per il radicamento del nostro movimento nei territori a nord di Roma - ha aggiunto il coordinatore Palozzi -. Auguri di buon lavoro, inoltre, a Gabriella Caramanica per il nuovo incarico di portabandiera FI Campagnano di Roma: imprenditrice, donna decisa e concreta, Gabriella opererà con impegno al fine difendere e valorizzare le istanze della città di Campagnano di Roma”.

Pagina 5 di 29