Obiettivi

MARINO, RIATTIVATO IL SERVIZIO DI OSTETRICIA E GINECOLOGIA DELL’OSPEDALE “SAN GIUSEPPE”. Ieri la visita del Sindaco Adriano Palozzi. Con lui il Commissario della Asl Rm H Claudio Mucciaccio. Il direttore sanitario del nosocomio Michele Di Paolo ha illustrato il nuovissimo Punto Nascita composto da 18 posti letti di degenza ordinaria, due sale parto e una vasca per il parto in acqua. A breve la riapertura del reparto di Neonatologia. Il primo cittadino fiducioso anche sul parere del Consiglio di Stato in merito alla questione del pronto soccorso

È tornato perfettamente operativo il nuovissimo reparto di degenza ordinaria di Ostetricia e Ginecologia dell'ospedale "San Giuseppe" di Marino. Lunedì 4 febbraio il Sindaco della Città di Marino, Adriano Palozzi, si è recato in visita al terzo piano del Padiglione B del nosocomio dove ne ha potuto constatare l'effettivo stato di operatività e funzionalità. Oltre al primo cittadino marinese erano presenti l'Assessore alla Santà di Marino, Remo Pisani, insieme agli altri esponenti dell'Amministrazione comunale, il Commissario straordinario della Asl Rm H, Dott. Claudio Mucciaccio, il direttore sanitario del "San Giuseppe", Dott. Michele Di Paolo, il primario del reparto di Ostetricia e Ginecologia, Dott. Maurizio Cammarota, e il nuovo direttore sanitario della Asl Rm H, Dott. Antonio Celiberti. Il personale medico e paramedico ha guidato i presenti nel reparto mentre è stato Di Paolo a spiegare le caratteristiche della struttura che presenta 18 posti letto operativi di degenza ordinaria, due sale parto e una vasca per il parto in acqua su richiesta delle partorienti. Il direttore si è inoltre soffermato sulla perfetta messa in sicurezza del reparto che rispetta tutte le linee guida internazionali sulla organizzazione e strutturazione di un Punto Nascita. Mantenuti inoltre i posti letto di day hospital di ostetricia e ginecologia al secondo piano e l'emergenza ostetrica. A breve, ultimati i collaudi, il Punto Nascita verrà completato con la riapertura del reparto di Neonatologia, adiacente al blocco parto, nel Padiglione A. Il Sindaco Palozzi si è espresso con estrema soddisfazione sulla nuova struttura, sulla quale sono stati fatti notevoli investimenti, che rappresenta un moderno punto di riferimento per l'intera collettività non solo di Marino ma di tutta la Provincia sud di Roma. Palozzi ha inteso poi sottolineare che l'ospedale di Marino non è in chiusura ma in crescita costante con l'apertura di nuovi reparti e la riqualificazione di quelli esistenti. Il primo cittadino ha voluto lanciare un messaggio chiaro che deve essere quello di favorire la sanità locale attraverso la razionalizzazione delle strutture ospedaliere esistenti e non sulla apertura di nuove. Il Sindaco considera inoltre ancora aperta la questione del pronto soccorso sulla quale pende il parere definitivo del Consiglio di Stato, che ci si augura possa andare nella direzione del decreto Polverini sulla sanità regionale. Un risultato importante che va ad aggiungersi al ripristino dei servizi territoriali del Consultorio di via Costa Batocchi, che era stato momentaneamente trasferito a Ciampino, a testimonianza di come l'Amministrazione comunale di Marino non abbia mai smesso di porsi a tutela della salute pubblica nonostante i tagli alla sanità imposti dal Governo centrale.         







COTRAL SPA, PALOZZI: "IN UN SOLO ANNO E MEZZO APPROVATO PIANO INDUSTRIALE, MACROSTRUTTURA, BUDGET E RIDUZIONE SPESE"

La presidenza di Adriano Palozzi si è conclusa, nella giornata di giovedì 24 gennaio 2013, con un Cda che ha portato all'approvazione del Piano industriale, della macrostruttura e del budget aziendale e, in generale, una sensibile riduzione delle spese. Si tratta di deliberazioni decisive e fondamentali per il risanamento dell'Azienda, fortemente volute del presidente Adriano Palozzi e dall'intero Cda che hanno inteso creare basi solide e concrete per il futuro della Cotral Spa, dando nel contempo risposte altrettanto chiare e tangibili a quanti in queste ore stanno rilasciando dichiarazioni sul fantasioso "nominificio" che si sarebbe consumato ai danni dell'Azienda e dei contribuenti. "Con il mio arrivo in Cotral ė stato firmato il nuovo Contratto di servizio e ieri, dopo un anno e mezzo di lavoro intenso e impegnativo, siamo giunti all'approvazione del Piano industriale che consentirà il pareggio nel prossimo Bilancio, della macrostruttura che riorganizza il personale, del budget aziendale che consente stabilità.

Tutto ciò mi permette di dimostrare con i fatti che in Cotral Spa ho svolto il mio dovere con perizia e lontano da qualsiasi interesse personale - dichiara Palozzi -, riuscendo a ottenere risultati che le passate gestioni di sinistra non hanno tentato neanche di raggiungere, impegnate com'era evidentemente a organizzare quel nominificio che io stesso ho riscontrato nella mia permanenza in Cotral. Francamente, trovo anche paradossale oggi dovere perdere tempo a smentire personaggi di secondo piano che confondono per clientelismo elettorale l'assunzione di importanti decisioni, anche in merito alla copertura di figure professionali indispensabili per il regolare funzionamento dell'Azienda.

Capisco che avere scritto una pagina tanto inedita quanto positiva della storia di Cotral Spa può dare fastidio, ma è giunto il momento di comprendere che politica e amministrazione possono fare rima soltanto con i risultati, esattamente quelli che il Cda da me presieduto ha raggiunto in un solo anno e mezzo. Spero che l'amministratore delegato e gli altri membri del Cda, nel ringraziarli del lavoro svolto, possano proseguire sulla strada che abbiamo intrapreso che dimostra che è possibile garantire l'inhouse per l'intera durata (fino a 20 anni) e quindi l'unicità e il carattere pubblico dell'azienda. Rivolgo un ringraziamento particolare, infine, a tutti i dipendenti, amministrativi, autisti e manutentori che ho potuto apprezzare per le loro qualità umane e professionali".
Letto 11659 volte
Altro in questa categoria: « Programma 2011-2016 Profilo politico »