adrianopalozzi10_200_200.jpg“Sono sicuro che ai congressi provinciali sarà premiata la passione del nostro attuale coordinatore ed io stesso farò promozione per far si che tu possa continuare a rimanere il leader della provincia di Roma”. Lo ha detto stamane - rivolgendosi al coordinatore FI per la Provincia di Roma, Adriano Palozzi - il presidente FI Silvio Berlusconi, in collegamento telefonico nel corso di una delle iniziative “No Tax Day”, organizzata da FI Provincia di Roma al ristorante “Rinaldo all’Acquedotto” a Roma.
thumb_smaltimento-amianto.jpg"La sentenza della Cassazione sul processo Eternit ha riaperto il dibattito mai sopito sulla presenza e i pericoli dell'amianto nella nostra regione. Una questione delicata, spinosa, allarmante che nel Lazio presenta dati da brivido. Dal 2001 al 2012 sonostati registrati 1373 casi di mesotelioma alla pleura e su circa 800 dei quali è documentato il rapporto con l'esposizione all'amianto. Questo il quadro drammatico, esposto in tempi non sospetti dal Centro regionale amianto. Senza considerare, inoltre, che la mappatura dell'asbesto è ferma a un quinto del territorio regionale, all'interno del quale si presume sia presente ancora un milione di tonnellate di amianto. Per questo motivo appare immediato e necessario un Piano regionale amianto, per completare la mappatura, informare i cittadini e incentivare la rimozione in maniera da abbattere i costi della bonifica e lavorare per il risanamento ambientale e igienico-sanitario. Il paradosso è che da oltre un anno giacciono negli impolverati cassetti regionali due proposte di legge in materia - una a firma di alcuni consiglieri di minoranza, l'altra a firma di numerosi esponenti della maggioranza -, che ancora devono cominciare l'iter in commissione. Sarebbe il caso di affrettare i tempi". Così, in una nota, il consigliere regionale FI e vicepresidente commissione Ambiente, Adriano Palozzi.
thumb_1407067717-regione-lazio.jpg“Ci risiamo. Zingaretti torna a colpire con le consulenze esterne, sfornando un nuovo incarico che costerà ai contribuenti quasi un milione di euro. Con atto di organizzazione n. G15954 del 10 novembre, infatti, la Regione ha avviato la ricerca di professionalità per l’affidamento dell’incarico di Direttore della Direzione Regionale “Formazione, Ricerca e innovazione, Scuola e università, Diritto allo studio” a soggetto esterno all’amministrazione regionale. Un modus operandi, stabilito sì dalla legge ma che genera numerosi dubbi in ordine a opportunità e buonsenso: la valutazione dei candidati non è vincolata da procedure di comparazione formale, fermo restando l'obbligo di motivazione della scelta che sarà effettuata dalla Giunta regionale. Il contratto previsto è un quinquennale mentre il trattamento economico omnicomprensivo annuo lordo è fissato nel limite massimo di euro 155.294.23, oltre la retribuzione di risultato così come determinata dalla contrattazione decentrata integrativa vigente nel tempo. In soldoni, il compenso totale sfiorerà il milione di euro. Ma è mai possibile che negli uffici regionali, non si sia riuscita a trovare una professionalità in grado di ricoprire questo ruolo? Sono questi i nodi che il presidente Zingaretti sarà chiamato a sciogliere con l'interrogazione che presenterò nelle prossime ore”. Così il consigliere regionale FI, Adriano Palozzi.
thumb_corviale62.jpg“Sono rimasto sinceramente colpito dalla storia della mamma di Corviale, costretta a vivere con il figlio disabile in auto. Oggi, infatti, ero a Corviale in compagnia del senatore Gasparri e di due responsabili del movimento Ecoitaliasolidale, quando la disperata famiglia ci ha raggiunti, spiegandoci che, non avendo una casa, ormai da tempo sono costretti a vivere all’interno della propria auto. E, nonostante avessero avanzato richiesta di assistenza alloggiativa a Roma Capitale-Dipartimento Politiche Abitative in data 26 settembre 2013 e con una successiva sollecitazione in data 30 settembre 2014, non hanno purtroppo avuto risposta alcuna dagli enti preposti. Mi appello, dunque, alla sensibilità di Comune di Roma e Regione Lazio affinché si attivino immediatamente per la risoluzione di una questione sociale spiacevole: siamo di fronte ad una madre, vedova dal 2007, e suo figlio disabile al cento percento, lasciati soli dalle istituzioni in condizioni indicibili, da terzo mondo. Mi farò portavoce delle loro istanze presso il presidente Zingaretti e l’assessore regionale Visini, sicuro che, con l’aiuto del Campidoglio, si potrà trovare una dimora per madre e figlio”. Così il consigliere regionale FI, Adriano Palozzi.
thumb_palozzi.jpg"La tassazione più alta di tutta Italia è solo l' ultimo fiore all'occhiello del sindaco di Roma, Ignazio Marino, che, dal giorno della sua elezione, continua a operare scelte scellerate per la capitale. Un'amministrazione, quella di Marino, caratterizzata da un' inconcludenza generalizzata sulle questioni più serie per la comunità - vedi rifiuti, trasporti e viabilità - e condita, spesso e volentieri, da uscite stravaganti - come quella sulle unioni civili, problema serio e delicato che non si risolve di certo con la farsa messa in scena nei giorni scorsi dal sindaco – che fanno escludere ogni ipotesi di sostegno da parte del partito di Forza Italia. Invito, pertanto, il sindaco Marino a non farsi prendere in giro da facili e gratuite lusinghe: Forza Italia non può che continuare a fare ferma opposizione a una amministrazione che sta mettendo letteralmente in ginocchio la Capitale". Così, in una nota, il consigliere regionale di Forza Italia, Adriano Palozzi.
Fonte: primapaginanews.it

thumb_consiglimetropolitanafi.jpg“A Palazzo Valentini è convocata la seduta di insediamento del Consiglio della Città metropolitana di Roma Capitale. Voglio rivolgere i miei auguri di buon lavoro ai quattro neoeletti consiglieri di Forza Italia: Andrea Volpi, Massimiliano Giordani, Carlo Eufemi e Ignazio Cozzoli. Sono certo che son pronti a lavorare con impegno e dedizione per difendere i nostri territori e garantire il giusto equilibrio politico-amministrativo tra Roma e la sua provincia. Tra gli obiettivi di Forza Italia, infatti, c’è la ferma volontà di migliorare un ente, la Città Metropolitana, che attualmente presenta molti punti contraddittori, rendendolo realmente democratico e a portata di cittadino”. Così il coordinatore FI per la Provincia di Roma, Adriano Palozzi.
amianto1.jpg“Giusto una settimana fa la Uil di Roma e del Lazio lanciava un preoccupante monito sulla presenza di depositi all’amianto all’interno dell’ospedale Grassi di Ostia, punto di riferimento sanitario per tutto il litorale di Roma e provincia. Magazzini con soffitto in eternit, quelli indicati dal sindacato, situati alla destra dell’ingresso principale e in prossimità della camera mortuaria. Purtroppo dal presidente Zingaretti e dall’AslRmD non sono arrivate rassicurazioni, per questo motivo appare doveroso presentare una interrogazione urgente sulla delicata questione infrastrutturale, che racchiude potenziali rischi per la salute di pazienti e operatori sanitari, quotidianamente esposti alle note pericolosità delle fibre e delle particelle di amianto. A giugno, la direzione sanitaria del Grassi ha spiegato che i tetti in amianto sono stati incapsulati secondo normativa e che man mano si sta procedendo alla loro sostituzione. Eppure dopo 5 mesi quelle pericolose coperture sono ancora li. Nell’interrogazione, dunque, si chiedono al commissario ad acta e AslRmD garanzie di risultato sul trattamento dell’asbesto; se è intenzione degli enti preposti avviare la necessaria indagine epidemiologica tesa a verificare lo stato di salubrità dei luoghi: e se è intenzione della Regione Lazio mettere in campo tutte quelle azioni, atte alla rimozione rapida delle coperture in amianto e alla messa in sicurezza dei magazzini”. Così il consigliere regionale FI, Adriano Palozzi e il presidente dei Giovani Medici di Roma, Veronica Lepidini.
thumb_palozzi.jpg“Mercoledì sera ho seguito il servizio de Le Iene, nel quale si constatava che l'Ospedale San Camillo di Roma risultava impietosamente inadeguato in caso di arrivo di un paziente con sintomi di ebola. Nell’auspicio che, come promesso, il nosocomio si metta rapidamente in regola con i protocolli del Ministero della Salute, ora mi chiedo: i reparti di malattie infettive degli ospedali di Latina, Frosinone, Viterbo e Rieti e i reparti di malattie infettive del Policlinico universitario Umberto I, del Policlinico Gemelli sono realmente preparati ad accogliere un caso di ebola, rispettando tutte le prescrizioni previste? Nella recente commissione Sanità alla Pisana sono giunte rassicurazioni importanti dai rappresentanti dell’Istituto nazionale per le malattie infettive Lazzaro Spallanzani. Senza creare inutili allarmismi, è necessario però adesso che la Regione si attivi immediatamente per un rapido e rigoroso monitoraggio sulla corretta applicabilità del protocollo negli ospedali del territorio regionale”. Così il consigliere regionale FI, Adriano Palozzi.
 “Ricominciamo da Noi, La piazza del dibattito: ascolto, confronto, partecipazione, proposta”. E' questo il titolo dell'incontro promosso dai Club Forza Silvio, Centro Studi Imago, Oltre e Insieme per l'Italia, che si tenuto oggi presso l'Hotel Helio Cabala, via Spinabella, 13 Marino. Un modo, per Forza Italia e più in generale per il centrodestra, per fare il punto sulla ‘condizione fisica’ del partito in un contesto delicato del dibattito istituzionale. Due i momenti salienti del salotto: una prima parte, ben guidata dal senatore Francesco Aracri e dal direttore de Il Tempo Gian Marco Chiocci, che ha intervistato i big nazionali: Raffaele Fitto, Maurizio Gasparri, Antonio Tajani, Renato Brunetta, Gianni Alemanno, Andrea Ronchi e Marcello Fiori; una seconda parte, di carattere regionale, dove gli amministratori laziali hanno dibattuto sulle attuali e future linee politiche di Forza Italia: a scandire gli interventi istituzionali il coordinatore provinciale FI, Adriano Palozzi.


thumb_palozzi.jpg“Ho depositato un’interrogazione urgente sul futuro della Residenza sanitaria assistita, “Un Tetto per la Vita”, prestigioso centro socio-assistenziale che quotidianamente allieva e cura decine di disabili migliorandone la qualità della vita. La struttura, ubicata nel Comune di Marino, vive nell’incertezza a causa di un provvedimento regionale - il decreto del commissario ad acta del luglio scorso - che applicherebbe alle Rsa di nuova costituzione un budget diverso e inferiore del 20 percento rispetto al normale. E la struttura gestita dalla onlus AssoHandicap potrebbe ritrovarsi in pericolo chiusura se il Tar non accoglierà il ricorso presentato contro i tagli previsti da un provvedimento della Regione Lazio. Si tratta di una ipotesi scellerata considerato che "Un Tetto per la vita" rappresenta un vera e propria eccellenza del territorio regionale: ospita numerosi malati, tra i quali 9 disabili gravi, opera con personale di elevato livello e offre tecniche adeguate alle varie disabilità. Tanto che le numerose richieste per entrare nella struttura, pervenute tramite l’AslRmH, hanno già creato una lunga lista di attesa. Per questo l’atto zingarettiano appare infondato e privo di senso. Nella mia interrogazione, dunque, chiedo alla commissario ad Acta per la sanità del Lazio se sia sua intenzione procedere con la revoca del decreto del luglio 2014; e, viceversa, quali azioni la Regione intenda mettere in campo al fine di potenziare la Rsa Un Tetto per la vita”. Così il consigliere regionale FI, Adriano Palozzi.
Pagina 8 di 35